eZagreb di Arturo Robertazzi

eZagreb a SalToHo appena finito di leggere eZagreb, sono ancora al Salone del Libro, la gente passa indifferente di fronte allo stand, mentre io mi sento smarrita e disorientata. Le ultime pagine hanno lasciato un segno, profondo, e temo che le ritroverò in qualche modo nei miei sogni.

Proprio come temevo. E’ per questo che cerco di non leggere libri sulla guerra, eppure non ho certo sbagliato con Zagreb. Aveva ragione #MissAisara (purtroppo non so il nome della ragazza di Aisara che mi ha ‘convinta’ con la sincerità delle sue parole a comprarlo, a lei un grazie di cuore), c’è amicizia, amore e umanità in questo romanzo.

Scrivevo che ora mi sento disorientata… per due motivi diversi. In primis perché con Zagreb si passa dalla parte dei cattivi (forse meglio dire dalla parte di chi ha il fucile), si ‘umanizza’ l’aguzzino, fino a potercisi riconoscere, senza però mai scadere in facili giustificazioni della violenza e della guerra. In questo Zagreb mi ha ricordato moltissimo Le Benevole di J. Littell, entrambi i romanzi spingono a riflettere: che cosa avrei fatto io in quella situazione? Avrei avuto il coraggio e la forza di oppormi alla violenza, a costo della vita? Ed è la risposta a turbarmi: non lo so.

Si dice che si capisce di aver letto un buon libro quando all’ultima pagina ti sembra di aver perso un amico. Anche se è una frase fatta (ideale per le magliette celebrative di questo Salone del Libro), spiega perfettamente lo smarrimento che provo ora. No, non proprio perfettamente, perché in questi giorni di #SalTo12 ho conosciuto Arturo e ho potuto scambiare con lui qualche parola (un onore) e forse sarebbe meglio dire che Zagreb mi ha ‘presentato’ un autore di talento e soprattutto una persona splendida.

eZagreb però è molto di più di un romanzo, è un ebook con contenuti extra, ed è proprio spinta dalla curiosità di vedere questo ebook arricchito che sono arrivata al romanzo. Prima di caricarlo sul mio ereader ammetto di essere stata scettica sulla possibilità di aggiungere approfondimenti ad un romanzo (non è la voglia di evasione spesso alla base delle nostre scelte di lettura?), ma mi sono completamente ricreduta. Grazie ai libri, alla ‘finzione’ della letteratura si conosce la realtà e con eZagreb si parte dagli spunti offerti dalla narrazione per imparare una pagina di storia ancora poco nota. Senza però nulla togliere al puro piacere della lettura. Perché i contenuti extra non sono affatto invasivi, non disturbano assolutamente la lettura, sono uno spunto, una possibilità offerta dal lettore, che può essere colta mentre si legge, o magari dopo per meglio contestualizzare la storia. Proprio perché è una possibilità (non un vincolo o un passaggio obbligato) che per me l’idea di un ebook arricchito è davvero geniale. E nella mia mente già immagino a quanti libri vorrei vedere applicata questa possibilità, con informazioni e link aggiuntivi. Complimenti all’autore e all’editore!

eZagreb

Titolo: Zagreb
Autore: Arturo Robertazzi
Editore: Aìsara
Prezzo: epub senza DRM – 6,99 € – in vendita su Bookrepublic e Ultimabooks

Per approfondire, il blog di Arturo Robertazzi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...