Miele

Miele mi ha letteralmente lasciata senza fiato.

Quando l’ho iniziato, mi sono soffermata sul piacere di una lettura cartacea dopo tanto digitale, sulla cura tipografica di Einaudi, sulla qualità della carta… Ma queste sensazioni hanno perso significato nel giro di poche pagine di fronte alla bellezza di ogni singola frase, alla lingua perfetta, alla trama così mirabilmente intessuta.

E chi vuole leggere Miele non deve sapere altro. Un libro così va affrontato a mente sgombra, per assaporarne ogni parola.

Miele è una storia d’amore e di spionaggio, un ritratto degli anni Sessanta e della guerra fredda, ma soprattutto, come ha scritto Marta Perego (@marta_perego), è una gran prova della maturità narrativa di Ian McEwan. Serena Frome, laureata in matematica e avida lettrice, si ritrova agente segreto del MI5; alla sua prima missione speciale, deve segretamente ingaggiare Tom Haley, giovane scrittore di Brighton, perché sostenga  la cultura e i valori dell’Occidente attraverso le sue opere. Non era previsto, però, che Serena e Tom diventassero amanti, né tanto meno che su una menzogna crescesse un amore, forte, vero…

Insomma, una trama intrigante, che unisce l’amore e la passione con la suspense e il mistero. Ma Miele è molto di più di  una bella storia, McEwan sa usare le parole mirabilmente, ogni frase è un piccolo capolavoro di stile misurato e levigato, bello da mozzare il fiato. Così per la prima volta nella mia vita di lettrice, provo il desiderio di rileggere, tornare su quelle frasi così delicate, sulla cura di ogni parola, sulla forza esplosiva di una semplicità apparente.

Per usare le stesse parole di McEwan, Miele è

una storia che ci faccia sognare e una sostanza letteraria che faccia pensare.

Che colpisce il cuore e la testa e lascia un segno indelebile nella mia storia di lettrice.

Titolo: Miele
Autore: Ian McEwan
Editore: Einaudi
Traduzione: Maurizia Balmelli
Edizione cartacea: 368 pagine – 20 €
Purtroppo non esiste l’edizione digitale in italiano

Qui la bella intervista di Marta Perego a Ian McEwan su Miele.

9 comments

  1. Patrizia Mandanici · dicembre 1, 2012

    Purtroppo di McEwan non esiste niente in digitale in italiano, ma sto aspettando fiduciosa; in inglese invece si trovano molti suoi libri, ma non non padroneggio così bene la lingua da poterli leggere con attenzione.

    • pantofoladigitale · dicembre 1, 2012

      Il bot (@einaudieditore) purtroppo mi ha detto che non riescono a comprare i diritti per la pubblicazione digitale😦
      L’importante è poter leggere McEwan, però!

      • Patrizia Mandanici · dicembre 1, 2012

        Hai ragione, i libri ci sono e anche se sono di carta va bene lo stesso🙂
        Scherzo, adesso che ricordo ho in casa anche “Bambini nel tempo” da leggere! Possiedo pile di libri ancora da leggere, eppure ho sempre la voglia di acquistarne altri…

        • pantofoladigitale · dicembre 2, 2012

          Come ti capisco… ma ogni libro ha il suo momento, tutti quei libri impilati devono avere un po’ di pazienza😉

  2. ToWriteDown · dicembre 4, 2012

    Sono innamorata della scrittura di Ian McEwan e sto conservando Miele per quando avrò due o tre giorni liberi per potermi dedicare ad una lettura intensa.

    Dalle premesse, dall’intervista, dalle recensioni la mia aspettativa è in crescendo: anche perchè l’ambientazione mi ricorda tanto Lettera a Berlino, un vero capolavoro.

    • pantofoladigitale · dicembre 4, 2012

      Fai bene, prenditi del tempo per assaporare ogni riga di Miele!
      Sono sicura che non rimarrai delusa, dopo averlo finito, fammi sapere la tua opinione🙂

  3. Start from scratch · gennaio 22, 2013

    Bene, curiosità stimolata! Sicuramente sarà tra le mie prossime letture!🙂

    • pantofoladigitale · gennaio 22, 2013

      🙂 grazie!
      Spero proprio che ti piacerà (sicuramente non lo abbandonerai a metà, bisogna arrivare fino in fondo con un libro così!). Poi fammi sapere cosa ne pensi!

      • Start from scratch · gennaio 22, 2013

        L’abbandonare a metà fortunatamente è una maledizione che fortunatamente non si avvera spesso! Ti aggiornerò sicuramente😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...