Great House

Great HouseA volte capita che non trovi in ebook e in italiano un libro che avrei proprio voglia di leggere e allora passo alla versione digitale in inglese. Così è stato per Great House di Nicole Krauss. Impellente il ‘bisogno’ di leggerlo subito, tutta colpa di Marta Perego (@marta_perego) che ne scritto su Chooze.it. Lo scotto da pagare per la mia impazienza, però, è averlo letto in un periodo decisamente complicato e ora sto ancora cercando di venire a capo delle quattro storie intrecciate in Great House😉

Eppure, anche senza essere (ancora) riuscita a tirare del tutto le fila della trama, questo libro mi ha lasciato davvero delle sensazioni belle, intense.

Le quattro storie che si intrecciano più o meno strettamente attorno ad una massiccia scrivania fanno riflettere sulle relazioni e sulla comunicazione, su quanto sia difficile amare e condividere a parole esperienze ed emozioni. Ovviamente il libro è permeato di temi ebraici, la Shoah e il suo ricordo occupano un posto importante, ma quel che mi ha davvero colpita è la storia di Lotte e Arthur, per la nitidezza e la potenza evocativa con cui Nicole Krauss riesce a dipingere l’amore fra moglie e marito, dopo una vita passata insieme. Forse sono particolarmente sensibile all’argomento (mi domando spesso come si possa mantenere vivo e vero un sentimento dopo 40 e più anni di vita condivisa), ma resta che le pagine dedicate all’amore di Arthur per Lotte hanno toccato le corde più intime del mio cuore.

Lotte resta in un certo senso bidimensionale, come se non fosse una persona in carne ed ossa, ma solo una statua avvolta dai propri interminabili silenzi. Per contrasto, emerge con forza dall’amore di Arthur, un amore totale ma non totalizzante, immenso ma che proprio nei piccoli gesti meglio si esprime. La drammaticità di questo sentimento sta proprio nella sua quotidianità: Arthur la ama ogni momento, in ogni dettaglio anche insignificante della loro vita, la ama, la protegge e la rispetta, tanto da accettare quel segreto mai rivelato chiuso in un cassetto della sua grande scrivania.

Great House non è solo la storia di Lotte e Arthur, ma anche quella di Nadia, una scrittrice in crisi, di Aaron, un padre anziano con una rapporto conflittuale con il figlio minore, e di Leah e Yoav, due fratelli, figli di un antiquario che non riesce a dimenticare la persecuzione ebraica. In parte, a mio parere, le storie non riescono ad assumere una dimensione corale e il libro potrebbe quasi essere una raccolta di racconti più che un romanzo. Eppure l’insieme in qualche modo convince, probabilmente per la splendida scrittura di Nicole Krauss.

Great houseTitolo: Great House
Autore: Nicole Krauss
Editore: W. W. Norton & Company (edito in Italia da Guanda, in vendita a 18€ su Ibs)
ebook: epub protetto con Adobe-DRM – 11.50€ in vendita su Kobobooks 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...