Ma non la volevo smettere con certi libri?

IMG_4943Non volevo leggere un libro sull’Olocausto. Da mesi e mesi evito accuratamente proprio quella narrativa ebraica che tanto mi ha commossa, emozionata, appassionata. Perché l’orrore del passato si era insinuato nei miei sogni e mi lascia sgomenta e terrorizzata.

Eppure mi sono trovata ad acquistare d’impulso un libro di una scrittrice israeliana edito dalla Giuntina. Forse avrebbe dovuto suonare un campanello di allarme, insomma le probabilità di ritrovarmi immersa nella realtà di un campo di concentramento non erano certo poche date queste premesse.

Eppure ho comprato Il Grande Circo delle Idee.

Semplicemente perché ho letto che Miki Ben-Cnaan «mi annoiavo facendo teatro, mi sono messa a scrivere e ne è uscito un romanzo sulla felicità». (da La StampaRead More

Annunci

Il metodo della bomba atomica

Il metodo di NoemiDa qualche giorno penso a come scrivere de Il metodo della bomba atomica. Il primo romanzo di Noemi Cuffia, in arte @tazzinadi caffè. Il primo libro di una persona speciale che ho l’onore di considerare un’amica.

Per questo è così difficile, perché è una cosa così intima leggere una storia scritta da un’amica. Come se si sbriciasse nel profondo della sua anima.

E perché voglio essere sincera e onesta, per rendere giustizia ad un romanzo che è di una bellezza potente e discreta.

Read More

Amanti

AmantiNon avevo mai letto nulla di classificabile in qualche modo come ‘omosessuale’, non per scelta, ma perché non mi era mai capitato. Semplicemente scelgo un libro per la trama, per l’autore, per l’editore, per la sua ‘ebraicità’, non mi importa dell’orientamento sessuale dei suoi protagonisti. In un certo senso, questo mio approccio alla ‘narrativa omosessuale’ (sempre se così si può definire) sottende che per me un libro è un libro, così come una persona è una persona, un personaggio è un personaggio.

Così questa storia d’amore ambientata nella Francia di Luigi XV è stata per me una ‘prima volta’ e soprattutto uno spunto di riflessione più ampio su un tema tanto importante, di cui proprio in questi giorni si parla molto in rete. È, infatti, della settimana scorsa il video LegalizeLove di Federico e Stefano, sposi il giorno di San Valentino a New York, perché il loro paese (che poi è anche il mio) non consente le unioni omosessuali. Una storia vera, commuovente, che va dritta al cuore. Read More

Great House

Great HouseA volte capita che non trovi in ebook e in italiano un libro che avrei proprio voglia di leggere e allora passo alla versione digitale in inglese. Così è stato per Great House di Nicole Krauss. Impellente il ‘bisogno’ di leggerlo subito, tutta colpa di Marta Perego (@marta_perego) che ne scritto su Chooze.it. Lo scotto da pagare per la mia impazienza, però, è averlo letto in un periodo decisamente complicato e ora sto ancora cercando di venire a capo delle quattro storie intrecciate in Great House 😉

Eppure, anche senza essere (ancora) riuscita a tirare del tutto le fila della trama, questo libro mi ha lasciato davvero delle sensazioni belle, intense. Read More